top of page

filastrocca...


La mia stanza...


Giro intorno nella stanza

Senza un filo di speranza.

Vedo il tavolo sommerso:

quanti libri e tempo perso!

Non c'è più il vocabolario,

introvabile anche il diario.

Troverò la mia matita?

No, anche quella è sparita.

E i miei nuovi pennarelli?

Sono scomparsi pure quelli.

I colori nei tubetti?

Vedo il rosso sopra i tetti,

vedo il verde nel giardino

ed il nero nel camino.

Forse il bianco l’ho finito,

l'azzurro no, quello è infinito.

Ecco! La gomma è sbucata

dalla frase cancellata.

Le parole le ho trovate,

sono poche, ma appropriate.

Serve un evidenziatore

O almeno un bel colore.

Ho la penna consumata,

la matita è spuntata;

ma in questa grande confusione

non ho più l'ispirazione.

Io ne avevo in abbondanza,

non di certo in questa stanza.

Finalmente ho un foglio bianco,

ma non scrivo, sono stanco.

Post recenti

Mostra tutti

attualità...

La lettera... Non ricordo nulla della lettera scritta quasi trent'anni fa e affidata a una vicina di casa. La signora non c'è più e il marito mi ha proposto di restituirmela. Mi ha anticipato che sull

realtà...

Mercatini Passeggio incerta fra le bancarelle. Non sto cercando nulla, osservo senza interesse la merce esposta. E' una mattina piena di noia. Spero di non incontrare conoscenti. Non desidero interrom

realtà...

Tornare... Voglio che il ritorno a casa sia piacevole e lo preparo con cura. Ci allontananiamo solo per mezza giornata e non per una 'gita' piacevole, quindi punto tutto sul piacere del ritorno. La ca

bottom of page