stagioni...


Primavera...


Fino a non molti anni fa mi piacevano l'autunno e l'inverno. Accoglievo con gioia la neve e mi affascinavano il vento, le nuvole scure, la pioggia, in genere il brutto tempo.

Poi i miei gusti sono cambiati e ora mi piace il sole, la primavera e anche l'estate.

Aspetto impaziente che dopo i lunghi mesi invernali la terra si colori nuovamente. Salendo verso casa mi soffermo ad ammirare il bianco delicato dei bucaneve e il giallo tenue delle primule. Col passare del tempo si vedono colori più vivaci e numerosi ma i primi segnali che l'inverno sta finendo per me sono i più preziosi.

Controllo attentamente se anche il mio giardino si sta lentamente risvegliando. Le gemme spuntano puntuali ma mi sembra che i fiori tardino a sbocciare. Vorrei vedere rifiorire subito la primula gialla e tutte le viole che due anni fa tappezzavano il terreno sotto l'albero di prugne. Mi piace il profumo di questi piccoli fiori e il colore in tutte le sue sfumature; della loro comparsa, però, non posso essere sicura.

Alle viole, ai mughetti, ai ciclamini va la mia preferenza ma di ogni fiore la terra non può fare senza.

Non devo essere impaziente; presto anche il mio giardino fiorirà, la primavera non tarderà.


7 aprile 2019

Post recenti

Mostra tutti

persone...

Cara amica, mi sono chiesta perché dopo tanti anni ti ho cercato. Il tuo incontro con Claudio nel 2016 nei pressi di casa tua forse non è stato fortuito...Mi chiedo spesso perché sono così allegra e

sogni...

Oltre la porta... I fiori che la maestra desiderava scoprissi crescevano dietro l'unica porta chiusa della stanza. La aprii e vidi un prato dall'erba altissima; camminavo con difficoltà in quella s

ricordi di scuola...

Compito in classe... In seconda Media fui rimandata in Italiano e in Economia Domestica. Dovetti riparare in settembre quest'ultima materia per un malinteso con la professoressa che interpretò come pr