piccolo frammento di sogno...

Aggiornato il: 16 feb 2019


La mia casa...


Mi trovavo nella mia vecchia casa; con me c'erano Claudia e la sua famiglia.

Tutto era pulito e in ordine, come in attesa dell'arrivo o del ritorno di qualcuno.

Si era fatto buio e io dovevo uscire per un impegno. Ho salutato tutti promettendo che sarei tornata in breve.

Scesa dai gradini, ho preso la mia bicicletta appoggiata, come sempre, alla ringhiera, proprio sotto la finestra della cucina. La tapparella era abbassata completamente, solo da una fessura filtrava un po' di luce. Sono rientrata e ho chiesto a Claudia di sollevare del tutto la tapparella. In casa quel giorno c'era vita e desideravo che quella sensazione si percepisse anche all'esterno. Al ritorno avrei voluto vedere la luce uscire ancora una volta dalla mia casa...

2 dicembre 2015


Post recenti

Mostra tutti

persone...

Cara amica, mi sono chiesta perché dopo tanti anni ti ho cercato. Il tuo incontro con Claudio nel 2016 nei pressi di casa tua forse non è stato fortuito...Mi chiedo spesso perché sono così allegra e

sogni...

Oltre la porta... I fiori che la maestra desiderava scoprissi crescevano dietro l'unica porta chiusa della stanza. La aprii e vidi un prato dall'erba altissima; camminavo con difficoltà in quella s

ricordi di scuola...

Compito in classe... In seconda Media fui rimandata in Italiano e in Economia Domestica. Dovetti riparare in settembre quest'ultima materia per un malinteso con la professoressa che interpretò come pr