persone...


Graziana...


Graziana è un'insegnante di matematica in pensione; ha un carattere un po' rigido e difende con tenacia idee che spesso io non condivido. Ci conosciamo da più di mezzo secolo ma per trent'anni non ci siamo frequentate. Eravamo grandi amiche e abbiamo scoperto di esserlo ancora. Tre anni fa, in un periodo della mia vita pieno di cose nuove, ho sentito il desiderio di incontrare alcune vecchie amiche, fra cui Graziana.

Da allora, con le nostre famiglie, ci vediamo spesso e stiamo bene insieme. Incontrarla o anche solo pensare a lei e ai nostri prossimi appuntamenti mi mette allegria. Ha una risata buffa e contagiosa. Alle mie battute o ai miei racconti ride con facilità tanto che mi sono convinta di essere molto spiritosa.

Entrambe amiamo i fiori di cui la mia amica conosce tutto, dai nomi scientifici alle modalità di coltivazione. Io mi limito ad apprezzarne la bellezza e i colori. Parliamo di cose futili e di argomenti seri, dei nostri figli e dei nostri mariti. Abbiamo punti di vista diversi sui ruoli delle madri di figli adulti e delle suocere. Temi ricorrenti sono le nostre famiglie d'origine e la nostra vita in collegio. Ci accomunano moltissimi ricordi.

Mentre aspetto il prossimo incontro mi alleno a inventare frasi e battute che la faranno sicuramente divertire. Le attribuisco nomignoli, in genere legati al mondo animale, per stigmatizzare i suoi comportamenti con le figlie o con me. Per fortuna accetta e non si offende. Lamberto, suo marito, è nostro amico da decenni. Sembra severo e incute un po' di soggezione; ha un'aria 'sorniona' e sorride letteralmente 'sotto i baffi'...La sua sottile arguzia non sfugge a chi lo frequenta.

L'effetto benefico che questa amicizia ha su di me è evidente; la mia creatività è stimolata e si esprime al meglio. Mi piace stupire ed essere apprezzata dalle persone a cui voglio bene; amo donare agli amici i miei disegni o fare leggere i miei racconti e le filastrocche.

Graziana ha molti impegni ed è spesso irreperibile. Devo fare ripetuti tentativi prima di trovarla; agli sms risponde di tanto in tanto, alle mail raramente. Racconta di essere distratta e di smarrire facilmente le cose; mi fa credere di non essere in sintonia con la tecnologia. Il suo pc è sempre da qualche altra parte oppure lo sta utilizzando un famigliare, il cellulare introvabile o muto. Ma io sono tenace e insisto. 'Chi ritrova un amico ritrova un tesoro'...


14 febbraio 2019

Post recenti

Mostra tutti

persone...

Cara amica, mi sono chiesta perché dopo tanti anni ti ho cercato. Il tuo incontro con Claudio nel 2016 nei pressi di casa tua forse non è stato fortuito...Mi chiedo spesso perché sono così allegra e

sogni...

Oltre la porta... I fiori che la maestra desiderava scoprissi crescevano dietro l'unica porta chiusa della stanza. La aprii e vidi un prato dall'erba altissima; camminavo con difficoltà in quella s

ricordi di scuola...

Compito in classe... In seconda Media fui rimandata in Italiano e in Economia Domestica. Dovetti riparare in settembre quest'ultima materia per un malinteso con la professoressa che interpretò come pr